Associazione nazionale infermieri di area critica
Accedi · Registrati | Scegli la lingua:

In evidenza

Survey: Le determinanti della soddisfazione lavorativa degli infermieri in area critica

Studio che va ad indagare quali sono i fattori che aumentano o diminuiscono la soddisfazione lavorativa degli infermieri afferenti all’area critica. Si tratta di una scheda anagrafica e cinque scale di valutazione che vagliano diversi aspetti i quali ipotizziamo essere correlati alla soddisfazione lavorativa. L’indagine è svolta in forma anonima. Questa è una buona occasione per dare la Sua opinione, contribuendo a un progetto che ha il proposito di creare suggerimenti per il miglioramento della nostra condizione lavorativa e la nostra professione, che negli ultimi anni sta evolvendo in modo sempre più rapido. Saremo liete di condividere con Lei i risultati ottenuti dal progetto di ricerca.

Per partecipare devi essere un infermiere di Terapia Intensiva Polifunzionale, Terapia Intensiva pediatrica e neonatale, Terapia Sub-Intensiva e Pronto Soccorso

Puoi cliccare qui o sul logo

Posizione Aniarti in merito all’elenco società scientifiche e associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie

L’Aniarti intende esprimere le proprie preoccupazioni rispetto al D.M. del Ministero della Salute recante “Elenco delle società scientifiche e delle associazioni tecnico – scientifiche delle professioni sanitarie ai sensi dell’articolo 5 della legge 8 marzo 2017 n. 24

 

Tale decreto riporta dei criteri, in particolare la rappresentatività del 30% degli appartenenti alla disciplina o alla specializzazione, non applicabili agli infermieri, che nella loro attuale evoluzione professionale non hanno ancora completato il percorso relativo alla specializzazione.

 

Aniarti intende, anche attraverso le iniziative che verranno prese in accordo con le altre Associazioni Infermieristiche e con la Federazione Nazionale Collegi IPASVI, rappresentare al Ministro la necessità di una specificazione per la professione infermieristica.

 

Gli infermieri sono professionisti che hanno il diritto di decidere per la propria attività specifica, in una visione moderna e culturalmente evoluta.

 

Non chiediamo un condono, ma che il criterio venga sospeso per gli infermieri fino alla definizione delle aree di specializzazione delle quali si parla da diversi anni, e che non farebbero altro che normare una realtà già in essere.

Accessi Vascolari in Area Critica – corso a Pavia il 4/12/2017

Corso di aggiornamento - Macroarea Nord Ovest - Aniarti Lombardia
Programma ed iscrizioni

Aniarti supporta lo studio DecubICUs: A Multicentre International One-Day Prevalence Study on Pressure Injuries in Intensive Care Units

Vi invitiamo a partecipare allo studio DecubICUs, studio di prevalenza multicentrico internazionale sulle lesioni da pressione in Terapia Intensiva. 

Sospensione algoritmo dolore 118 Emilia Romagna

Documento congiunto Aniarti - Federazione Nazionale Collegi IPASVI circa la sospensione dell'algoritmo sul trattamento del dolore da parte degli infermieri dei 118 dell'Emilia Romagna.

Documento PDF

Comunicato stampa su Testamento Biologico

Formato pdf

L’Aniarti sostiene la proposta di legge: “Norme in materia di consenso informato e di dichiarazioni di volontà anticipate nei trattamenti sanitari”, per l’importante vuoto legislativo che rende ingestibile il rapporto tra la Persona malata alla fine della vita, la sua famiglia e tutta l’équipe sanitaria. La priorità assoluta di giungere alla regolamentazione della relazione di cura in modo da garantire a tutte le Persone il diritto a una fine dignitosa, non deve però dimenticare che l’assistenza è effettuata da una serie di figure professionalmente importanti, che la prendono in carico dal momento della diagnosi e per tutto l’iter della patologia con i bisogni che ne derivano, fino al termine della vita.

Tenendo conto della relazione peculiare del medico con il Paziente per dare compiute informazioni sulla diagnosi, la prognosi, le terapie e i conseguenti effetti, l’Aniarti chiede che nel testo vengano introdotte alcune modifiche così come proposte dalla Senatrice Annalisa Silvestro:
• inserire in diversi punti dell'articolato il riferimento all' "equipe assistenziale" e ai "componenti dell'equipe assistenziale" altrimenti mai citati nel testo;
• completare l'indicazione alla formazione del personale aggiungendo "del personale sanitario e del personale di supporto all'assistenza sanitaria"; 
• prevedere che "il tempo della comunicazione tra paziente e componenti dell'equipe assistenziale costituisce tempo di cura" come già previsto nel testo per il tempo della comunicazione tra medico e paziente.
È importante sottoscrivere la petizione perché si ponga fine ad una lacuna normativa, unica ormai in Europa, ma gli infermieri di Area Critica che assistono le Persone anche in questa fase della Loro vita, chiedono con forza le modifiche proposte.

Il Consiglio Direttivo Aniarti


 

Raccomandazioni Aniarti per Slow Medicine

Aniarti assieme a numerose associazioni e società scientifiche partecipa al progetto "Chossing Wisely Italy - Fare di più non significa fare meglio" ed ha stilato questo elenco di pratiche a rischio inapropriatezza.

https://www.aniarti.it/sites/default/files/documenti/scheda_aniarti_slowmedicine_def.pdf

Pagine